68 persone sono morte nel peggior incidente aereo avvenuto in Nepal negli ultimi 30 anni


Katmandu, Jan. 15 (Reuters) – Almeno 68 persone sono morte domenica quando un aereo nazionale è precipitato a Pokhara, in Nepal. Lo ha reso noto l’autorità per l’aviazione civile del Paese.

Centinaia di soccorritori stavano perlustrando la collina dove è precipitato il volo Eti Airlines che trasportava 72 persone dalla capitale Kathmandu.

La televisione locale ha mostrato i soccorritori che si arrampicavano intorno al relitto dell’aereo. Alcuni terreni vicino al luogo dell’incidente erano bruciati e le fiamme erano visibili.

È stato il peggior incidente del Nepal dal 1992, quando un Airbus A300 della Pakistan International Airlines si è schiantato contro una montagna durante l’avvicinamento a Kathmandu, uccidendo tutte le 167 persone a bordo.

L’aereo ha preso contatto con l’aeroporto da Chetti Valley alle 10:50 (0505 GMT), ha dichiarato l’autorità per l’aviazione civile nella sua dichiarazione. “E poi si è schiantato.”

L’ufficiale di polizia Ajay KC ha detto che i soccorritori stavano lottando per raggiungere il punto in una valle tra due colline vicino all’aeroporto della città turistica.

Grafica Reuters

“Metà dell’aereo è sul fianco della collina”, ha detto un residente locale Arun Thamu, che ha detto a Reuters di aver raggiunto il punto pochi minuti dopo che l’aereo è precipitato. “L’altra metà è caduta nella valle del fiume Seti.”

Khum Bahadur Chhetri ha detto di aver visto l’aereo avvicinarsi dal tetto di casa sua.

“Ho visto l’aereo tremare, muoversi a destra ea sinistra, poi improvvisamente il suo muso si è abbassato ed è andato nella valle”, ha detto Chhetri a Reuters, aggiungendo che la gente del posto ha portato i due passeggeri in ospedale.

Il governo ha istituito un comitato per indagare sulla causa dell’incidente e dovrebbe riferire entro 45 giorni, ha detto ai giornalisti il ​​ministro delle finanze Bishnu Patel.

Una serie di incidenti

Quasi 350 persone sono morte dal 2000 in incidenti aerei o elicotteri in Nepal – otto delle 14 montagne più alte del mondo, incluso l’Everest – e improvvisi cambiamenti meteorologici possono causare condizioni pericolose.

L’Unione Europea ha vietato i voli nepalesi dal suo spazio aereo dal 2013 a causa di problemi di sicurezza.

Tre neonati e tre bambini erano tra quelli a bordo del bimotore ATR 72, secondo un rapporto dell’autorità per l’aviazione civile.

I passeggeri includevano cinque indiani, quattro russi e un irlandese, due sudcoreani, un australiano, un francese e un argentino.

Il viaggio dalla capitale Kathmandu a Pokhara, la seconda città più grande del Nepal incastonata sotto la pittoresca catena montuosa dell’Annapurna, è uno dei percorsi turistici più popolari del paese himalayano, con molti che preferiscono un breve volo piuttosto che un viaggio di sei ore su strade collinari. .

Il portavoce dell’aeroporto di Bogra, Anup Joshi, ha detto che l’aereo si è schiantato durante l’avvicinamento all’aeroporto, aggiungendo che “l’aereo stava volando a un’altitudine di 12.500 piedi ed era in una normale discesa”. Domenica il tempo è stato sereno.

Il sito web di monitoraggio dei voli FlightRadar24 ha twittato che l’aereo di Eti Airlines aveva 15 anni ed era dotato di un vecchio transponder con dati inaffidabili. L’ultimo segnale dal transponder è stato ricevuto alle 0512 GMT a 2.875 piedi sopra il livello medio del mare.

Secondo FlightRadar24, l’aeroporto di Pokhara si trova a un’altitudine di circa 2.700-2.800 piedi sopra il livello del mare.

L’ATR72 del produttore europeo di aeromobili ATR è un velivolo turboelica bimotore ampiamente utilizzato prodotto da una joint venture con Airbus. (AIR.PA) e Leonardo d’Italia (LDOF.MI). Eti Airlines ha sei aerei ATR72-500, secondo il suo sito web.

“Gli esperti di ATR sono pienamente impegnati nel supportare sia l’indagine che il cliente”, ha dichiarato la società su Twitter.

Airbus e Leonardo non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Sul suo sito Web, Eti si descrive come uno dei principali vettori nazionali. La sua flotta è composta da sei ATR 72-500, compreso quello che si è schiantato. Possiede anche Tara Air, e le due insieme offrono una “vasta rete” in Nepal, dice la compagnia.

Rapporto di Gopal Sharma; Segnalazione aggiuntiva di Jamie Freed; Scritto da Devajyot Ghoshal e Aditya Kalra; Montaggio: William Mallard e Susan Fenton

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.


Leave a Reply

Your email address will not be published.