Albert Pujols, i cardinali hanno accettato l’accordo


Giove, Fla. – Quando Albert Pujols Ha confermato che questa sarebbe stata l’ultima stagione della sua indiscussa carriera nella Hall of Fame – e con la stessa impostazione dei Cardinals sarebbe iniziata, sarebbe arrivata proprio dove ha riscosso il suo più grande successo – e ha sottolineato. Questo non è un turismo di rito e nostalgico Il genere hollywoodiano è completo di finali.

No, Pujols sta tornando nella squadra dei Cardinals Red e sta cercando di essere uno degli slugger più temuti del gioco, ed è qui per aiutare a spingere il St. Louis a un altro campionato delle World Series, ha detto ancora lunedì dopo essere rientrato nella sua ex squadra – anno contrarre. I termini dell’accordo non sono stati annunciati, ma una fonte ha detto a Mark Feinsand di MLB.com che valeva 2,5 milioni di dollari.

Il tempo dirà se il 42enne Pujols sarà in grado di evocare lo stesso tipo di magia che ha fatto quando ha vinto due campionati, tre premi MVP e 10 successi consecutivi nel 2001-11 con i Cardinals. .300 e distruggi 30 o più fuoricampo. Con un bagliore d’acciaio abbagliante e uno stato d’animo pompato che si è rivelato identico durante la sua prima corsa a St. Louis, Pujols ha detto che spera di uscire da questa corsa finale con una maglia con uccelli pipistrello.

“Per me, penso di essere qui per una ragione”, ha detto Pujols, mentre si allontanava dalla recinzione del campo destro al Roger Dean Stadium e camminava sulla linea di fallo per unirsi alla sua squadra di Cardinals in panchina. Loro Sconfitta per 2-1 contro l’Astros. “Credono che possa ancora giocare a questo gioco e sperano che questo sistema possa aiutarmi a vincere un campionato. Ci credo anche io”.

Pujols – uno dei giocatori più ricchi della storia dei cardinali, insieme all’Hall of Famer Stan Museum, Bob Gibson, Lou Brock e Ozzy Smith – si è unito al franchise quando il ricevitore Yadier Molina ha compiuto 19 anni. E l’ultima stagione, e anche il lanciatore Adam Winewright potrebbe essere fuori. Winewright, che lunedì ha concesso due punti in quattro inning in cinque inning, spera che Pujols sia in missione per mostrare molti avanzi nel serbatoio come battitore.

“Sembra che sia in buona forma ed è motivato”, ha detto Weinwright, notando che lunedì Pujols lo ha svegliato con un “abbraccio da orso” dal suo sonno prematuro.

“Se Albert viene motivato in qualsiasi momento, è una cosa molto, molto pericolosa da fare”, ha detto Wynride. “È motivato a mostrare alla gente che non è troppo vecchio o in cima alla collina. Non penso che dovrebbe essere nostalgico per questo; vuole uscire e dimostrare qualcosa. È bello metterti quel chip sulla spalla. Non molto amabile ma vuole mettersi alla prova.

Il proprietario dei Cardinals Bill Dwight Jr. ha visto una risposta immediata dall’aggiunta di Pujols, il numero quando è arrivato al quartier generale della squadra lunedì mattina. 5 ha visto un tifoso che indossava una maglia. David Jr. ha definito la firma “il momento clou della primavera”.

Pujols si vergognava dei suoi 21 fuoricampo nella stagione 21 e ne ha segnati 700, gran parte del danno della sua corsa storica in 11 stagioni con i Cardinals. Ha segnato 328 e ha segnato 445 fuoricampo con i Redfords, è stato nominato All-Star nove volte e ha vinto due volte il Gold Glove.

Pujols, che ha lasciato St. Louis nel 2011, ha firmato un contratto di free agent di 10 anni da 240 milioni di dollari con gli Angels, tornando emotivamente a St. Louis negli ultimi anni mentre giocava per Anaheim e Los Angeles Dodgers. Gli attuali Cardinals Dakota Hudson e JA Happ nel 2019 prima e dopo aver fatto il loro ritorno a casa la scorsa stagione – i numerosi riconoscimenti ricevuti dai fan dei Cardinals – gli hanno permesso di sognare di nuovo di tornare a St. Louis.

“C’era sempre speranza, quindi non avresti mai chiuso la porta”, ha detto Pujols. “Il sistema non mi ha mai chiuso e non ho mai chiuso la porta. Questa è una grande opportunità. Tutto accade sempre al tempo di Dio, e ora è il momento perfetto. Sono tornato qui e sono così eccitato.

Weinwright, che ha giocato per i Pujols a St. Louis dal 2005 al 2011, ha detto che i fuoricampo al Bush Stadium negli ultimi anni lo hanno messo in una pessima posizione. Da un lato, voleva sostenere i suoi compagni lanciatori dei Cardinals, ma era anche molto felice per il suo caro amico.

“Non abbiamo mai avuto rancore”, ha detto Weinwright, riconoscendo di aver costretto la dirigenza negli ultimi giorni a firmare di nuovo in Bujols. “Con i tifosi sembrava fosse passato molto tempo e sembrava che ci fosse dell’acqua sotto i ponti.

“Erano contenti di vederlo, e quando ha segnato quel fuoricampo, è sempre stata una cosa di Albert. Il fuoricampo è rimasto, ma è una delle cose migliori che abbia mai visto;

Come se avesse bisogno di una motivazione in più, Pujols ha detto che sapere che questa sarebbe stata la sua ultima stagione lo avrebbe motivato a finire con stile, sperando che la Coppa del Mondo fosse sopra la sua testa.

“Questo sono io, questa è la mia ultima corsa”, ha detto Pujols onestamente. “Quei ragazzi, [Molina and Wainwright], Ha avuto un enorme impatto su di me e insieme abbiamo una grande storia. Ora, vogliamo aggiungerlo alla nostra storia. Speriamo di poterlo fare quest’anno e sollevare quel trofeo del campionato. Se potessimo farlo, sarebbe molto speciale per noi.


Leave a Reply

Your email address will not be published.