Artemis Moon Rocket raggiunge pietre miliari nonostante i problemi durante un importante test freelance


Sabato è iniziato un quarto tentativo di test freelance finale e lunedì i serbatoi dei razzi sono stati riempiti.

Il test cruciale, chiamato prova della muta, simula ogni fase del lancio senza che il razzo lasci la rampa di lancio al Kennedy Space Center in Florida.

Il processo prevede il caricamento della propulsione Supercold, l’avvio di una simulazione completa del conto alla rovescia, il ripristino dell’orologio del conto alla rovescia e il filtraggio dei serbatoi dei razzi.

I risultati delle prove in costume determineranno quando Artemis I senza equipaggio inizierà il processo di andare oltre la luna e tornare sulla Terra. La missione lancerà il progetto Artemis della NASA, che riporterà gli esseri umani sulla luna e atterrerà la prima donna e la prima persona sulla superficie lunare nel 2025.

I precedenti tre tentativi di prove generali bagnate ad aprile sono falliti, terminando prima che il razzo fosse completamente carico a causa di varie perdite. La NASA in seguito ha affermato che questi erano stati risolti.

Il 6 giugno il team della NASA ha fatto rotolare il razzo Artemis I di 322 piedi (98 metri di altezza), incluso il sistema di lancio spaziale e la navicella spaziale Orion, sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida.

Passaggi di prove in costume bagnato

Le prove in costume da bagnato sono iniziate alle 17:00 ET sabato con una “chiamata alle stazioni” – quando tutte le squadre coinvolte nella missione sono arrivate ai loro banchi e hanno annunciato che erano pronte per iniziare i test e l’inizio di due giorni. Conto alla rovescia.

Durante il fine settimana, lunedì mattina, iniziano i preparativi per caricare l’equipaggio Artemis al centro e ai livelli superiori del razzo.

Lunedì mattina le cisterne sono state sospese a causa di un problema identificato nella fornitura di riserva di azoto gassoso. Il pannello di rilascio ha sostituito la valvola che ha causato il problema. Questo è stato modificato nella distribuzione primaria per il test per garantire che l’alimentazione di backup funzionasse come previsto.

ET si è fermato alle 21:28 L’ossigeno liquido è stato raffreddato a meno 297 gradi Fahrenheit (meno 182 gradi Celsius) e l’idrogeno liquido è stato utilizzato per riempire il palco centrale prima di raggiungere la cima del razzo. La ventilazione del razzo è visibile durante tutto il processo.

Dopo le 14 il palco principale era per lo più pieno e la squadra ha riempito il palco più alto quando c’erano diversi problemi.

Il team ha trovato una perdita di idrogeno nella linea di disconnessione rapida in posizione centrale. La loro prima opzione non ha funzionato, hanno visto Opzioni per chiudere la perdita.

Un piccolo fuoco d’erba di qualcosa dalla pila di flair bruciato dalle fiamme di propano di idrogeno liquido in eccesso dal razzo bruciato in una strada sterrata. La squadra che ha monitorato l’incendio dell’erba si aspettava che l’incendio si sarebbe estinto una volta raggiunto la strada sterrata.

Mentre gli ingegneri cercavano di trovare soluzioni alla perdita di idrogeno, il test ha superato la durata prevista di 30 minuti.

Secondo un tweet di Exploration Ground Systems della NASA, il team di Artemis ha deciso di eseguire un conto alla rovescia mentre copre il problema della perdita di idrogeno “per approfondire il test per le prove dell’abbigliamento bagnato di oggi”.

Il conto alla rovescia di 10 minuti è iniziato alle 19:28 ET.

Generalmente, ci sono due conti alla rovescia durante una prova generale bagnata. Innanzitutto, i membri del team di solito eseguono il conto alla rovescia per 33 secondi per iniziare, quindi interrompono il ciclo. L’orologio viene ripristinato, quindi il conto alla rovescia ricomincia, fino a nove secondi prima che si verifichi un lancio.

Con 29 secondi rimasti sull’orologio del conto alla rovescia, il breve conto alla rovescia di lunedì è terminato prematuramente. L’SLS ha attivato una bandiera tagliata dal computer del razzo, ma la bandiera esatta non è stata condivisa. Prima del conto alla rovescia, il team ha affermato che se i computer coinvolti nel conto alla rovescia rilevassero una perdita di idrogeno, potrebbe essere come una spia del motore di controllo che interrompe anticipatamente il conto alla rovescia.

Una volta interrotto il conto alla rovescia, il team di Artemis è stato incaricato di garantire che il veicolo fosse al sicuro.

Charlie Blackwell-Thompson, direttore del lancio Artemis del progetto Exploration Ground Systems della NASA, ha dichiarato dopo aver raggiunto le numerose pietre miliari delineate negli scopi dell’abbigliamento umido, “Sicuramente una buona giornata per noi”.

Ha detto che i prossimi passi sarebbero valutare tutti i dati raccolti dal test, compresi i problemi, e fare un piano per andare avanti.

I precedenti tentativi di prove in costume hanno già completato diversi obiettivi per preparare il razzo per il lancio, ha detto Blackwell-Thompson.

Il team Artemis ha una lunga storia alle spalle dei rigorosi test di nuovi sistemi prima del lancio e deve affrontare molte esperienze, inclusi i team Apollo e Shuttle-time, inclusi numerosi tentativi e ritardi.

Dal 23 agosto al 29 agosto, dal 2 settembre al 6 settembre, il team della missione sta esaminando possibili missili per inviare Artemis I sulla luna a fine estate. E oltre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.