Dan Snyder ha ostacolato le indagini sulle molestie sessuali, trova il Congresso


A partire da novembre 2020, ex consigliere generale dei comandanti Citato in giudizio Snyder ha pagato un risarcimento nel 2009 a un ex dipendente del team che lo ha accusato di abusi sessuali mentre era sul suo jet privato per impedire a Wilkinson di utilizzare documenti non pubblici.

Il comitato ha affermato di non aver informato la NFL della natura delle accuse dell’ex dipendente fino al 2020, durante le indagini della lega. Per gli investigatori, alla fine l’ha fatto.

Quando l’indagine di Wilkinson si è conclusa nel luglio 2021, la NFL ha rilasciato solo un breve riassunto dei risultati dell’indagine. La lega ha dichiarato che la decisione è stata presa per proteggere la privacy di alcuni ex dipendenti della squadra che hanno parlato con Wilkinson.

Goodell ha concluso le indagini della lega Rapporto Wilkinson ha affermato che nel corso degli anni l’ambiente di lavoro del gruppo, in particolare per le donne, è stato “molto poco professionale” e il personale è stato vittima di bullismo e intimidazione in una cultura della paura. Goodell ha detto che molte dipendenti donne sono state molestate sessualmente.

La NFL ha multato la squadra E Snyder ha accettato di rinunciare al controllo quotidiano per almeno un anno.

Un comitato del Congresso ha avviato la propria indagine nell’ottobre 2021 dopo che diverse donne che si sono fatte avanti con accuse di molestie sessuali hanno accusato la NFL di aver nascosto le prove per coinvolgere Snyder e la sua squadra.

Quando il comitato ha tentato di indagare sulla condotta del gruppo, il rapporto afferma: “La lega, lavorando a stretto contatto con i comandanti attraverso un accordo di interesse comune precedentemente non divulgato, ha rifiutato di produrre più di 40.000 documenti sensibili, inclusi i risultati dell’indagine Wilkinson. Materiali dagli archivi della signora Wilkinson.”

Il rapporto pubblicato giovedì include diverse accuse fatte da ex dipendenti durante l’indagine Wilkinson, molte delle quali sono state rivelate in articoli pubblicati dal New York Times nel 2018 e dal Washington Post nel 2020.


Leave a Reply

Your email address will not be published.