Esclusivo: Dentro l’hangar al centro della polemica sui jet Airbus-Qatar da 1 miliardo di dollari


Doha, 22 giugno (Reuters) – Due Airbus A350 high-tech sono inattivi in ​​un hangar con riflettori nel Golfo, spegnendo finestrini e motori, a seguito di una disputa legale internazionale tra l’industriale europeo Airbus. (AIR.PA) E il vettore nazionale del Qatar.

Visti da lontano, gli aerei sono affollati nel vivace centro di Doha come altri aerei di linea a lunga percorrenza. Ma una rara visita in loco dei giornalisti Reuters sembrava essere la prova di danni alla superficie delle ali, della coda e della crosta.

Secondo gli analisti, i due aerei, del valore di circa 300 milioni di dollari, e 23 A350 in atterraggio al centro della battaglia giudiziaria londinese da 1 miliardo di dollari, Airbus nega con veemenza che il danno rappresenti un potenziale rischio per la sicurezza.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Gli aerei sono stati messi a terra da un controllore del Qatar dopo che la vernice ha esposto la corrosione a un sottostrato di metallo che ha fornito protezione fusa dai fulmini.

Altre compagnie aeree continuano a pilotare l’A350 dopo che le autorità di regolamentazione europee hanno dichiarato l’aereo sicuro.

I giornalisti di Reuters hanno avuto un raro accesso diretto dopo aver richiesto una visita a un incontro dell’industria aerospaziale nella capitale del Qatar Doha questa settimana.

Le imperfezioni superficiali intermittenti degli A350 viste da Reuters includono vesciche e crepe nel tetto o nella corona dei getti o lunghi tratti di vernice mancante.

In alcune aree, comprese le ali curve, il parafulmine protettivo che si trova tra la crosta e la vernice sembrava essere stato eroso.

In altre aree sembrava scomparire ed emersero parti della sovrapposizione mista.

Il logo dell’orice arabo marrone chiaro di Qatar Airways ha rivelato delle crepe nella coda di uno degli aerei A350 e uno strato di vernice mancante sotto di esso.

La Reuters ha visto la vernice persa dalle teste dei dispositivi di fissaggio sulla sua copertura, come fibre di carbonio arrostite o deformate e piccole aree chiamate “eruzione dei rivetti” o aree delle ali chiave.

Airbus e Qatar Airways non hanno immediatamente commentato i risultati di Reuters.

Le azioni di Airbus sono scese del 3% mercoledì mattina.

Erosione

Airbus riconosce i difetti di qualità degli A350, ma nega che rappresentino alcun rischio per la sicurezza a causa del numero e della durata dei sistemi di backup integrati nel progetto.

Qatar Airways ha affermato che questo non sarà noto fino a ulteriori indagini e si rifiuta di prendere molti altri voli.

Airbus ha affermato che un aspetto della tecnologia dei compositi di carbonio utilizzata per costruire tutti i moderni jet a lungo raggio era la corrosione della vernice, un compromesso necessario per lo stoccaggio del peso.

Afferma che le crepe sono causate dalla vernice, da un materiale resistente ai fulmini chiamato ECF e da una struttura composita. La coda non ha affatto una membrana ECF, suscitando il dibattito sul fatto che il danno sia causato dallo stesso problema.

Qatar Airways ha messo in dubbio l’interpretazione di Airbus, dicendo in un tribunale del Regno Unito che i suoi simili Boeing 787 non avevano gli stessi problemi.

Tra centinaia di pagine di casi giudiziari tecnici contrastanti presentati da entrambe le parti, Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente la causa del danno.

Il CEO di Qatar Airways Akbar Al Baker e il CEO di Airbus Guillaume Faury hanno avuto l’opportunità di partecipare a una conferenza di settore di tre giorni in Qatar questa settimana.

Alla domanda se la relazione fosse migliorata dopo l’evento, Al Baker, che consisteva in due persone sedute l’una accanto all’altra durante la cena, ha suggerito alle due parti di stare alla larga.

“Personalmente sono amico di tutti, ma quando si presenta un problema nella mia azienda, è una storia diversa. Se le cose saranno risolte, non aspetteremo più un’indagine l’anno prossimo”, ha detto. Conferenza stampa.

Faurie ha detto di aver discusso con la compagnia aerea questa settimana e che stava facendo “progressi nel senso che stiamo comunicando”.

Dopo l’incontro di Doha, uno degli alti dirigenti dell’industria aeronautica ha espresso preoccupazione per il fatto che la controversia potrebbe avere un effetto tossico sui rapporti contrattuali in tutto il settore.

“È meglio trattare con gli amici che nei tribunali”, ha detto ai giornalisti Willie Walsh, direttore generale della International Air Transport Association.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Montaggio di Mark Potter e Louise Heavens Montaggio di Alexander Cornwell e Tim Hepper

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.


Leave a Reply

Your email address will not be published.