Gli scienziati stanno coltivando piante nella terra lunare, la prossima tappa lunare


Cape Canaveral, dottorato di ricerca (AP) – Gli scienziati hanno coltivato per la prima volta piante nel terreno della luna raccolte dagli astronauti dell’Apollo della Nasa.

I ricercatori non sapevano se qualcuno dei gravi detriti lunari sarebbe germogliato e volevano vedere se la prossima generazione di esploratori lunari sarebbe stata in grado di coltivare cibo. I risultati li hanno sbalorditi.

“Vacca santa. Le piante crescono davvero sugli oggetti lunari. Mi stai prendendo in giro? “, ha detto Robert Ferrell dell’Istituto di scienze alimentari e agricole dell’Università della Florida.

Ferrell e i suoi colleghi hanno piantato Tale Cress sul suolo lunare restituito da Neil Armstrong e Bus Aldrin dell’Apollo 11 e altri moonwalker. La buona notizia: tutti i semi sono germogliati.

In negativo, dopo la prima settimana, la ruvidità del suolo lunare e altre caratteristiche hanno enfatizzato le piccole erbacce fiorite che crescevano più lentamente delle piantine piantate nel terriccio di pseudoluna dalla terra. La maggior parte delle piante lunari sono rachitiche.

I risultati in Biologia della comunicazione sono stati pubblicati giovedì.

Più a lungo il terreno era esposto alla radiazione cosmica e al vento solare sulla luna, peggio sembravano fare le piante. I modelli dell’Apollo 11 – esposti ad elementi vecchi di due miliardi di anni a causa della vecchia superficie del Mare della Tranquillità – erano, secondo gli scienziati, i più ottimali per lo sviluppo.

“È un grande passo per imparare come coltivare le piante”, ha detto Simon Kilroy, un botanico spaziale dell’Università del Wisconsin-Madison che non ha avuto alcun ruolo nello studio. “Il vero passo successivo è andare sulla superficie della luna e farlo”.

Piccoli pezzi di vetro riempiti con gli impatti di micro meteoriti sporchi della luna arrivavano ovunque negli Apollo Lunar Lander e indossavano le passeggiate spaziali dei Moonwalker.

Come soluzione, i giovani punti geologici sulla luna, come le colate laviche, possono essere scavati dal terreno di impianto. Regolare l’ambiente, modificare la composizione dei nutrienti o regolare l’illuminazione artificiale,

Solo 842 libbre (382 chilogrammi) di rocce lunari e terreno furono portati dai sei equipaggi dell’Apollo. Dopo il ritorno dalla luna, parte della polvere della prima luna è stata spruzzata su piante isolate con gli astronauti dell’Apollo a Houston.

Miniatura del video di Youtube

La maggior parte delle parti della luna è stata rinchiusa poiché i ricercatori sono stati costretti a esaminare il suolo simulato fatto di cenere vulcanica sulla Terra. La NASA ha finalmente rilasciato 12 grammi ai ricercatori dell’Università della Florida all’inizio dello scorso anno e la tanto attesa semina è avvenuta in laboratorio lo scorso maggio.

Mentre l’agenzia spaziale prevede di riportare gli astronauti sulla luna in pochi anni, la NASA afferma che i tempi per un simile esperimento sono finalmente perfetti.

Gli scienziati affermano che i futuri astronauti avranno le condizioni migliori per ottenere una scorta infinita di rifiuti locali disponibili per la piantumazione indoor e per allestire sistemi idroponici o tutti i sistemi idrici.

“Il fatto che nulla sia cresciuto significa che abbiamo un buon punto di partenza, e ora la domanda è come possiamo migliorare e migliorare”, ha affermato Sharmila Bhattacharya, scienziato del progetto della NASA per la biologia spaziale.

Gli scienziati della Florida sperano di riciclare il loro suolo lunare entro la fine dell’anno, piantando più crescione prima di passare ad altre piante.

___

L’Associated Press è supportata dal Department of Health and Science, Department of Science Education presso l’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.


Leave a Reply

Your email address will not be published.