Guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale – The New York Times


debito…Finbarr O’Reilly per il New York Times

KYIV, Ucraina — Due settimane fa il capo dell’azienda elettrica nazionale ucraina era in piedi davanti alla sua sede centrale nel centro di Kiev quando ha sentito un basso rombo nel cielo e ha visto per la prima volta un drone d’attacco russo. Pochi minuti dopo, la forza dell’esplosione era ancora evidente venerdì nelle finestre soffiate e nei detriti che spargevano il campus.

“Purtroppo hanno colpito duramente”, ha detto Volodymyr Gudrytsky, amministratore delegato di Ukrenergo, in un’intervista nel suo ufficio.

Il drone che ha colpito il quartier generale di Ukrainergo è stato uno delle dozzine di attacchi aerei effettuati il ​​10 ottobre che hanno distrutto o gravemente danneggiato il 30% delle infrastrutture della rete elettrica nazionale. Nel giro di poche settimane, gli elettricisti ucraini correranno per le riparazioni, ma è una grande sfida.

“Ogni giorno, hanno colpito un bersaglio operato da Ukrainergo”, ha detto. A differenza di un uragano o di un altro disastro naturale, gli scioperi del 10 ottobre non sono stati un incidente isolato, ma quello che hanno affermato i funzionari russi è stato l’inizio di una lunga campagna di molestie pubbliche e di sottomissione dell’Ucraina alla volontà del Cremlino.

L’ex presidente e primo ministro della Russia e attuale vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry A. Medvedev ha dichiarato venerdì in una dichiarazione che l’Ucraina ripristinerà la stabilità energetica solo se le richieste della Russia fossero riconosciute ragionevoli.

debito…Brendan Hoffman per il New York Times

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky si è rivolto alla nazione dalle strade buie di Kiev giovedì scorso. “Non abbiamo paura del buio”, ha detto. “Non abbiamo tempi bui senza luce, ma senza libertà”.

Sig. Zelensky, parlando venerdì sera, ha affermato che circa quattro milioni di ucraini ora vivono con restrizioni all’accesso all’elettricità. Le persone nelle città di tutto il paese stanno lottando con interruzioni di corrente, l’unico modo in cui il fornitore di energia del paese può prevenire un “blackout totale”.

Sig. ha detto Kudrytsky.

“Immagina di essere un addetto alla manutenzione di una sottostazione”, ha detto il sig. ha detto Kudrytsky. “Lo sai che è un obiettivo.”

I lavoratori non sanno mai cosa troveranno quando emergeranno dai loro bunker.

debito…Finbarr O’Reilly per il New York Times

Suona un allarme e si sente il ruggito di un’esplosione dai lavoratori del bunker, ha detto, aggiungendo che la potenza del missile o del drone è integrata dal rilascio di energia dalle apparecchiature elettriche. Uno strano odore, paragonato all’odore di plastica bruciata, riempie l’aria mentre finalmente riesce a chiarire tutto.

L’intera centrale elettrica, ha detto, può sembrare la sua piccola città, con incendi alimentati dall’olio usato nei motori che bruciano per ore. Gli allarmi suonano due o tre volte al giorno. Proprio mentre gli operai raccolgono ciò che serve per le riparazioni: boom, un’altra esplosione. Sig. Kudrytskyi ha detto che un impianto, un edificio in cui erano conservate le attrezzature per le riparazioni, è stato attaccato.

“Tutto è andato”, ha detto. “È così difficile da immaginare se non sei in questo film terribile.”

L’obiettivo russo era molto preciso, Mr. Gudrytskyi e altri funzionari dell’energia ucraini hanno affermato che Mosca ha bisogno dell’aiuto di esperti energetici.

“Non riesco a immaginare che gli esperti militari sappiano quali cose aggiungere per fare il maggior danno”, ha detto.

L’Ucraina ha un forte sistema energetico, Mr. ha detto Kudrytskyi. L’Ucraina esportava elettricità un mese fa, nonostante la perdita di elettricità generata dalla più grande centrale nucleare del paese a Zaporizhzhya e la rete distrutta in alcune parti del paese dove i combattimenti sono all’ordine del giorno. Missili e attacchi di droni – Mr. Kutritsky ha detto: è finita.

Ha detto che se gli attacchi russi si fermassero oggi, gli operatori elettrici potrebbero in gran parte ripristinare l’energia entro un mese. Ma non mostrano alcun segno di fine.

Cinque lavoratori dei servizi pubblici sono stati uccisi e dozzine feriti negli scioperi. Sig. Gudritzky si è detto stupito dalla dedizione degli equipaggi che lavorano per mantenere le luci accese.

Correzione:

29 ottobre 2022

Una versione precedente della didascalia dell’immagine che accompagna questo articolo ha erroneamente indicato la data di riparazione dai tecnici di Zaporizhia, in Ucraina. Questo è stato due settimane fa, non la scorsa settimana.


Leave a Reply

Your email address will not be published.