I ricercatori di incidenti aerei in Nepal si calano in corda doppia, pilotano droni nell’ultimo disperato tentativo di trovare due persone


KATHMANDU, 17 gennaio (Reuters) – I ricercatori hanno usato i droni martedì in un burrone profondo 200 metri (656 piedi) nella seconda città più grande del Nepal per cercare due persone disperse dopo essere rimaste uccise nel peggior incidente aereo del Paese tra 30 anni. Almeno 70 persone.

Il terreno difficile e il tempo inclemente hanno ostacolato i soccorsi vicino alla città turistica di Pokhara, dove un turboelica ATR 72 della Yeti Airlines con 72 persone a bordo si è schiantato con tempo sereno prima di atterrare domenica.

Anche le squadre di soccorso stanno lottando per identificare i corpi, ha detto a Reuters Ajay KC, un agente di polizia di Pokhara che fa parte dell’operazione di salvataggio.

“C’è una fitta nebbia qui ora. Stiamo inviando personale di ricerca e soccorso usando le funi nella valle dove le parti dell’aereo sono cadute e hanno preso fuoco”, ha detto KC.

I soccorritori hanno raccolto quelli che sembravano essere resti umani e li hanno inviati per il test del DNA, ma gli sforzi di ricerca continueranno fino a quando non saranno presi in considerazione i 72 passeggeri e l’equipaggio, ha detto.

Le squadre di ricerca hanno trovato 68 corpi il giorno dell’incidente, mentre altri due corpi sono stati recuperati lunedì prima che la ricerca venisse interrotta.

“C’erano bambini piccoli tra i passeggeri. Alcuni potrebbero essere morti bruciati e potrebbero non essere trovati. Continueremo a cercarli”, ha detto K.C.

Un funzionario dell’aeroporto ha detto che 48 corpi sono stati portati nella capitale Kathmandu martedì e inviati in un ospedale per l’autopsia, mentre 22 corpi sono stati consegnati alle famiglie di Pokhara.

Gli operatori sanitari in dispositivi di protezione individuale e maschere hanno aiutato a spostare i corpi, coperti da barelle, su un veicolo prima di essere trasportati in aereo a Kathmandu, mostrano le immagini di Reuters.

I canali televisivi hanno mostrato i parenti in attesa dei corpi dei loro cari fuori dall’ospedale di Pokhara.

Il dottor Tulsi Kandel dell’ospedale universitario di Kathmandu ha affermato che potrebbe essere necessaria fino a una settimana per completare gli esami post mortem sui 48 corpi, metà dei quali carbonizzati.

Lunedì, i ricercatori hanno recuperato dall’aereo il registratore vocale della cabina di pilotaggio e il registratore dei dati di volo, entrambi in buone condizioni, che potrebbero aiutare gli investigatori a determinare la causa dell’incidente.

Grafica Reuters

In base alle norme aeronautiche internazionali, le agenzie investigative sugli incidenti dei paesi in cui gli aeromobili ei motori sono stati progettati e costruiti rientrano automaticamente nelle indagini.

ATR ha sede in Francia ei motori dell’aereo sono prodotti in Canada da Pratt & Whitney Canada. (RTX.N).

Gli investigatori di incidenti aerei francesi e canadesi hanno affermato di voler partecipare alle indagini.

Segnalazione di Gopal Sharma, scrittura di Shilpa Jamkandikar; Montaggio di Jamie Freed e Jacqueline Vnock

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.


Leave a Reply

Your email address will not be published.