Kirstie Alley, star di “Cheers” vincitrice di un Emmy, è morta a 71 anni


LOS ANGELES (AP) – Kirstie Alley, che ha vinto un Emmy per il suo ruolo in “Cheers” e ha recitato in film tra cui “Senti chi parla”, è morta lunedì. Ha 71 anni.

Allie è morta di cancro recentemente diagnosticato, hanno detto i suoi figli Drew e Lily Parker in una dichiarazione Registrati su Twitter. Il manager di Allie, Donovan Daughtry, ha confermato la morte in una e-mail all’Associated Press.

“Per quanto fosse sullo schermo, era una madre e una nonna ancora più meravigliosa”, si legge nella dichiarazione dei suoi figli.

Ha interpretato Rebecca Howe al fianco di Ted Danson nell’amata sitcom della NBC “Cheers” su un bar di Boston dal 1987 al 1993. Si è unita allo spettacolo al culmine della sua popolarità dopo che la star originale Shelley Long se n’è andata.

Ale ha vinto un Emmy Award come miglior attrice protagonista in una serie comica nel 1991.

“Non devo aspettare che Ted sia qui, ringrazio solo Dio”, ha detto Alley, prendendo in giro delicatamente il suo co-protagonista di “Cheers” Ted Danson. Ottavo appuntamento nell’anno precedente.

Nel 1993, ha vinto il suo secondo Emmy come miglior attrice protagonista in una miniserie o in un film per la televisione per il suo ruolo da protagonista nel film per la TV della CBS “David’s Mother”.

Ha avuto la sua sitcom sulla rete “Veronica’s Closet” dal 1997 al 2000.

Nella commedia del 1989 Senti chi parla, che le ha dato un importante impulso alla carriera, ha interpretato la madre di un bambino che ha espresso i pensieri interiori di Bruce Willis. Apparirà anche nella serie del 1990 “Look Who’s Talking Too” e nella serie del 1993 “Look Who’s Talking Now”.

John Travolta, suo co-protagonista nella trilogia, gli ha reso omaggio Messaggio Instagram.

“Kirsty è una delle mie relazioni più speciali”, ha detto Travolta accanto a una foto di Ally. “Ti amo Kristy. So che ci rivedremo.

Ha interpretato una versione romanzata di se stessa nella serie Showtime del 2005 “Fat Actress”, che ha attirato l’umorismo del suo pubblico e dei media riguardo al suo aumento e perdita di peso.

Ha affrontato lo stesso argomento nella serie di realtà A&E del 2010 “Kirsty Alley’s Big Life”, che presentava il suo programma di perdita di peso come mamma in una famiglia non convenzionale che includeva animali domestici.

Ally ha detto che ha accettato di fare lo spettacolo in parte perché la disinformazione su di lei era diventata un punto fermo dei tabloid.

“Puoi dire qualcosa di negativo su di me, dicono”, ha detto Ale all’AP. “Non sono mai crollato, svenuto, svenuto. Fondamentalmente, qualsiasi cosa abbiano detto, non l’ho mai fatto. L’unica verità è che sono grasso.

Negli ultimi anni è apparsa in diversi reality show, incluso il secondo posto in “Ballando con le stelle” nel 2011. All’inizio di quest’anno, il bambino è apparso in un costume gigantesco nella serie del concorso “The Masked Singer”.

È apparso nella serie comica nera di Ryan Murphy “Scream Queens” su Fox nel 2015 e nel 2016.

Una delle sue co-protagoniste nello show, Jamie Lee Curtis, è andata su Instagram lunedì per chiamare Ale “un grande film comico” e “una simpatica mamma orsa nella sua vita reale”.

La co-protagonista di “Cheers” di Ally, Kelsey Kramer, ha dichiarato in una dichiarazione: “Ho sempre creduto che il dolore per un personaggio pubblico fosse una cosa personale, ma dirò che l’amavo”.

Nato a Wichita, Kansas, Ali ha frequentato la Kansas State University e si è trasferito a Los Angeles.

Le sue prime apparizioni televisive furono come concorrente di un game show in “The Match Game” nel 1979 e “Password” nel 1980.

Ha fatto il suo debutto cinematografico nel 1982 in “Star Trek: The Wrath of Khan”.

Allie è stata sposata con la sua fidanzata del liceo dal 1970 al 1977 e con l’attore Parker Stevenson dal 1983 al 1997.

Ha detto all’AP nel 2010 che se si fosse risposata, “lascerei il ragazzo entro 24 ore perché sono sicura che mi direbbe di non fare qualcosa”.


Leave a Reply

Your email address will not be published.