Lancio del razzo lunare Artemis I della NASA: notizie, video e aggiornamenti


Anche se il volo di prova senza equipaggio di Artemis I andasse bene, Artemis II – il primo volo con astronauti – non avverrà prima del 2024.

In un’intervista di questa estate, l’amministratore della NASA Bill Nelson ha rivelato il divario tra Artemis I e Artemis II. “Sto allevando Cain”, ha detto. “Se questa prima missione ha successo, raggiunge i suoi obiettivi ed è sicura per gli astronauti, perché non possiamo ottenerla più velocemente in due anni?”

Sig. Nelson ha detto che per risparmiare denaro, la NASA ha deciso di riutilizzare alcune delle apparecchiature elettroniche, chiamate avionica, dalla capsula Artemis I Orion nella nuova capsula Orion per Artemis II. “Ci sono voluti due anni per togliere l’avionica e rifarla”, ha detto Mr. Nelson ha detto: “È molto frustrante per me, ma è quello che è”.

Artemis II trasporterà quattro astronauti. Tre saranno della NASA e uno sarà canadese, parte di un accordo sulla partecipazione dell’agenzia spaziale canadese al programma Artemis. La NASA non ha ancora annunciato chi volerà sulla missione.

Il percorso di Artemis II sarà molto più semplice. Dopo il lancio, il secondo stadio dello Space Launch System spingerà Orion in un’orbita ellittica a più di 1.800 miglia sopra la Terra. Ciò darà agli astronauti il ​​tempo di vedere come funzionano i sistemi di Orione.

Quindi, quando Orion accelera di nuovo, il suo motore lo invierà verso la luna. Per Artemis II, la navicella Orion non entrerà nell’orbita lunare; L’attrazione gravitazionale della Luna verso la Terra nell’Oceano Pacifico. L’intero viaggio dovrebbe durare circa 10 giorni.

Il grande evento è Artemis III, attualmente in programma per l’inizio del 2025.

Durante gli allunaggi dell’Apollo degli anni ’60 e ’70, il lander lunare fu caricato su un razzo Saturn V. Il lander per Artemis III sarà una versione del razzo Starship sviluppato da SpaceX. L’astronave lunare verrà lanciata individualmente, quindi verranno lanciate ulteriori astronavi per riempire i serbatoi di propellente dell’astronave lunare prima di lasciare l’orbita terrestre.

Sulla Luna, l’astronave entrerà in quella che è nota come orbita rettilinea dell’alone, o NRHO.

Le orbite di Halo sono influenzate dall’attrazione gravitazionale di due corpi – in questo caso, la Terra e la Luna – che contribuisce a rendere l’orbita più stabile, riducendo la quantità di propulsione necessaria per mantenere il veicolo spaziale in orbita attorno alla Luna. Nessun veicolo spaziale in questa orbita supererà la Luna, dove la comunicazione con la Terra è persa.

Una volta che l’astronave orbita attorno alla Luna, il razzo Space Launch System lancerà i quattro astronauti nella stessa orbita rettilinea dell’alone nella capsula di Orione. Orion si collegherà con l’astronave. Due astronauti si sposteranno sul razzo Starship e atterreranno da qualche parte vicino al polo sud della Luna, mentre gli altri due rimarranno nell’orbita di Orione.

Dopo circa una settimana sulla superficie, due astronauti che camminano sulla luna decolleranno su un’astronave e si incontreranno con Orion in orbita. Orion riporterà quattro astronauti sulla Terra.

Ad agosto, la NASA ha annunciato 13 possibili siti di atterraggio.

Gli astronauti a bordo di Artemis IV si dirigeranno verso Gateway, un avamposto simile a una stazione spaziale che la NASA sta costruendo nella stessa orbita rettilinea dell’alone utilizzata per Artemis III. Quella missione utilizzerà un razzo Space Launch System con un secondo stadio aggiornato che fornirà energia sufficiente per il modulo habitat di Gateway.

Inizialmente, la NASA aveva pianificato di concentrarsi sulla costruzione dell’Artemis IV Gateway. Ma quest’anno ha deciso che la missione avrebbe incluso un viaggio sulla superficie lunare. Martedì, la NASA ha annunciato che SpaceX consegnerà un lander ad Artemis IV.

Per Artemis V e le successive missioni, il lander lunare attraccherà al Gateway. Gli astronauti arriveranno all’ingresso di Orion e poi procederanno verso il sito di atterraggio.

La NASA è attualmente nel bel mezzo di una competizione per un’altra società per fornire il lander per Artemis V.

nel mezzo Aziende che fanno offerte per costruire un lander concorrente Blue Origin è una compagnia di missili fondata dal fondatore di Amazon Jeff Bezos.

La NASA organizzerà un concorso per i futuri lander lunari simile a come ha assunto le aziende per trasportare merci e astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale.


Leave a Reply

Your email address will not be published.