L’opposizione di destra svedese è a pochi centimetri da un dirupo elettorale


Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • Il primo ministro socialdemocratico Andersen affronta l’opposizione di destra
  • Christensen dei moderati è alleato dei Democratici svedesi
  • Le campagne si concentrano sulla criminalità, sulla crisi del costo della vita
  • I seggi si sono chiusi alle 1800 GMT, con risultati preliminari mercoledì

STOCCOLMA, 11 set. (Reuters) – Il partito di estrema destra svedese ha il vantaggio più stretto per formare un nuovo governo dopo otto anni di governo socialdemocratico dopo che il 90% dei voti è stato contato dopo le elezioni generali di domenica.

Lunedì mattina presto, i moderati, i Democratici svedesi, i Democratici cristiani e i liberali hanno ottenuto 176 seggi nel parlamento da 349 seggi, mentre il centro-sinistra ha ottenuto 173 seggi.

A ulteriore prova dello spostamento a destra, i Democratici svedesi anti-immigrazione sono pronti a superare i moderati per diventare il secondo partito più grande della Svezia e il più grande all’opposizione: un cambiamento storico in un paese che da tempo è orgoglioso della tolleranza e dell’apertura .

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Tuttavia, è probabile che il leader moderato Ulf Kristerson sia il candidato di destra alla carica di primo ministro.

“Non sappiamo quale sarà il risultato”, ha detto Christerson ai sostenitori. “Ma sono pronto a fare tutto ciò che è in mio potere per creare un governo nuovo, stabile e vigoroso per l’intera Svezia e tutti i suoi cittadini”.

Con l’estero e alcuni voti postali ancora non conteggiati e il margine tra i due collegi esigui, i risultati potrebbero ancora cambiare. Il primo ministro socialdemocratico Magdalena Andersen non ha ammesso la sconfitta la notte delle elezioni, dicendo che i risultati erano troppo vicini.

La Commissione elettorale ha dichiarato che i risultati preliminari saranno pubblicati mercoledì.

Christensen ha affermato che sta cercando di formare un governo con i più piccoli democristiani e liberali e che conta sull’appoggio dei democratici svedesi in parlamento. Ma potrebbe essere difficile per lui organizzare una festa più grande della sua.

“Ora sembra che ci sarà un cambio di potere. La nostra ambizione è quella di sedere al governo”, ha detto il leader del Partito Democratico svedese Jimmy Akesson ai sostenitori di un partito post-elettorale.

“Dodici anni fa siamo venuti in parlamento e penso che finalmente abbiamo ottenuto il 5,7%. Ora abbiamo il 20,7%”.

Duro con il crimine

La campagna ha visto i partiti alle prese con il crimine delle bande dopo che un costante aumento delle sparatorie ha innervosito gli elettori, mentre l’inflazione in aumento e una crisi energetica dopo l’invasione dell’Ucraina.

Mentre le questioni relative alla legge e all’ordine rimangono sulla destra, si vedono accumulare nuvole economiche che sollevano il Primo Ministro Anderson mentre le famiglie e le imprese devono far fronte a prezzi dell’elettricità alle stelle. leggi di più

Andersson è stata ministro delle finanze per diversi anni prima di diventare la prima donna primo ministro svedese un anno fa.

Kristerson si è presentato come l’unico candidato in grado di unificare la destra e spodestarlo.

nel mainstream

Quando Christensen ha assunto la guida dei moderati nel 2017, i Democratici svedesi, un partito anti-immigrazione con i suprematisti bianchi tra i suoi fondatori, è stato evitato sia dalla destra che dalla sinistra. Ma Kristerson ha gradualmente approfondito i legami tra i partiti dalla sua sconfitta alle elezioni del 2018 e i Democratici svedesi sono sempre più visti come parte della destra mainstream. leggi di più

Il fatto che i Democratici svedesi abbiano voce in capitolo nella politica del governo o si uniscano al governo ha diviso gli elettori.

“Ho molta paura che arrivi un governo repressivo di destra”, ha detto domenica Malin Eriksson, 53 anni, consulente di viaggio, in un seggio elettorale nel centro di Stoccolma.

Il forte risultato dei Democratici svedesi si adatta a un modello di vittorie dell’anti-immigrazione in tutta Europa, dove l’Italia è pronta a eleggere un blocco conservatore a fine mese che include Fratelli d’Italia (FdI) di Giorgia Meloni e Lega di Matteo Salvini.

“Ho votato per un cambio di potere”, ha detto Jørgen Hellström, un piccolo imprenditore che ha votato 47 vicino al parlamento. “Le tasse devono scendere un po’, la criminalità deve essere risolta. Gli ultimi otto anni sono andati nella direzione sbagliata”.

Qualunque squadra vinca, i negoziati per formare un governo saranno lunghi e difficili in un panorama politico polarizzato ed emotivo.

Se Anderson vuole vincere un secondo mandato come primo ministro, avrà bisogno del sostegno del Partito di Centro, ideologicamente opposto, della Sinistra e dei Verdi.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Janice Lysans, Isabella Ronca, Terje Solsvik e Anna Ringström; Montaggio di William McLean, Elaine Hartcastle, Catherine Evans, Diane Croft e Lincoln Feist

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.


Leave a Reply

Your email address will not be published.