‘Paese più preferito’: Biden annuncia l’azione degli Stati Uniti per revocare lo status commerciale alla Russia


Biden ha affermato che gli Stati Uniti, insieme al G7 e all’Unione Europea, chiederanno il ritiro dello status di “paese preferito”. Russia, Denominate relazioni commerciali normali permanenti negli Stati Uniti. Lo status significa che i due paesi hanno concordato di commerciare alle migliori condizioni possibili, che includono tariffe più basse, restrizioni sul commercio più basse e importazioni più elevate, ha affermato Biden.

La mossa richiede l’approvazione del Congresso e la legge dovrebbe essere introdotta dopo l’annuncio di Pitton.

“L’abrogazione del PNTR per la Russia renderà più difficile per la Russia commerciare con gli Stati Uniti e unirsi ad altri paesi che costituiscono metà dell’economia mondiale, un altro duro colpo per l’economia russa già gravemente colpita”.

Il presidente ha detto: “Molte questioni ci dividono a Washington, ma difendere la democrazia in Ucraina e spingere l’aggressione russa non dovrebbe essere una di quelle questioni. Il mondo libero si sta unendo per affrontare Putin”.

Il presidente ha ringraziato la presidente della Camera Nancy Pelosi per essere stata una “forte sostenitrice” sulla questione e per aver mantenuto la legge alla Camera dei rappresentanti “fino a quando non ho schierato tutti i nostri alleati chiave e ci ha tenuti completamente uniti”.

Biden ha annunciato che gli Stati Uniti avrebbero bandito le merci da molti settori caratteristici dell’economia russa, inclusi frutti di mare, vodka e diamanti non industriali. La Casa Bianca stima che i proventi delle esportazioni russe non supereranno il miliardo di dollari.

Il presidente firmerà un ordine esecutivo che pone fine all’esportazione di beni di lusso in Russia, inclusi beni di lusso, tabacco, abbigliamento, gioielli, automobili e oggetti d’antiquariato.

Biden ha trascorso 49 minuti al telefono con il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky venerdì, descrivendo in dettaglio le nuove misure che stava per annunciare sul commercio degli Stati Uniti con la Russia, hanno detto alla Galileus Web due funzionari che hanno familiarità con la chiamata.

Sebbene la maggior parte delle telefonate tra i due leader dopo l’invasione della Russia variasse da 30 a 40 minuti, è stata un po’ lunga perché Biden ha sottolineato come gli Stati Uniti stessero sospendendo le normali relazioni commerciali. Cremlino.

Zhelensky ha twittato di aver “valutato la situazione sul campo di battaglia e di aver parlato alla Russia dei crimini della Russia contro i civili” e di aver accettato di “sostenere la sicurezza dell’Ucraina e aumentare le sanzioni contro la Russia”.

Un funzionario della Casa Bianca ha detto alla CNN che mentre gli Stati Uniti continuano a fare pressione su coloro che sono vicini a Putin, l’obiettivo dell’amministrazione è continuare a danneggiare l’oligarchia russa e i ricchi del Paese privandoli dei loro mezzi di sussistenza. Mira anche a eliminare i modi in cui questi oligarchi cercano rifugio nei loro soldi perché sono già sempre più evitati dai mezzi finanziari tradizionali, ha affermato il funzionario.

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, gli Stati Uniti hanno importato 48.867 tonnellate di frutti di mare dalla Russia nel 2021, per un valore di circa $ 1,2 miliardi. L’anno scorso gli Stati Uniti hanno acquistato ghiaccio congelato e granchi rossi per un valore di 900 milioni di dollari, e il granchio ha rappresentato la maggior parte di queste importazioni. Dal momento che gli Stati Uniti hanno vietato l’esportazione di frutti di mare e pesce nel 2014, gli Stati Uniti non vendono frutti di mare direttamente in Russia.

Secondo il Distilled Spirits Council degli Stati Uniti, le importazioni di vodka russa negli Stati Uniti rappresentavano solo l’1,3% delle importazioni totali di vodka entro il 2021. Secondo il Distilled Spirits Council degli Stati Uniti, il totale sarà di 18,5 milioni di dollari entro il 2021.

Il presidente ha anche annunciato che i leader del G7 stavano cercando di negare alla Russia la possibilità di prendere in prestito dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca mondiale.

“Continueremo a opprimere Putin”, ha detto Biden, aggiungendo che “Putin deve pagare il prezzo del suo attacco non provocato all’Ucraina”.

“Il G7 sta esercitando una pressione crescente sui miliardari russi corrotti: stiamo aggiungendo nuovi nomi all’elenco dei gruppi di oligarchia presi di mira e delle loro famiglie, aumentando l’integrazione tra i paesi del G7 e sequestrando i loro falsi profitti. Supportano Putin, ci rubano i soldi il popolo russo.” Stanno cercando di nascondersi nei paesi “, ha detto Biden.

La CNN riferisce che i colloqui bilaterali al Senato di giovedì stanno assumendo la forma di un’azione più drastica sulla posizione commerciale della Russia, dopo che la Casa Bianca ha effettivamente superato la Camera. Progetto di legge che vieta le importazioni russe di petrolio, gas naturale e carbone All’interno degli Stati Uniti.

Una versione precedente della legge conteneva una disposizione che sospendeva le relazioni commerciali permanenti tra Russia e Bielorussia. Ma la Casa Bianca era preoccupata per quella parte del disegno di legge, che alla fine è stata abrogata. Il disegno di legge che vieta le importazioni di energia dalla Russia, approvato mercoledì sera alla Camera, chiedeva una revisione della posizione della Russia nell’Organizzazione mondiale del commercio.

La CNN ha riferito che il presidente delle finanze del Senato Ron Wheaton, un democratico dell’Oregon, era in trattative con i principali giornalisti fiscali del Congresso e dell’amministrazione Biden mentre aumentava la pressione per aggiungere un linguaggio duro quando il disegno di legge del Senato è stato aggiunto al disegno di legge della Camera. Fino alla prossima settimana.

“I russi – credo che il comportamento disumano della Russia non lo giustifichi a beneficio della comunità internazionale”, ha detto Wyden alla CNN.

Il senatore Mike Groppo, repubblicano nella classifica repubblicana dell’Idaho e repubblicano nella commissione per le finanze, ha detto che non sosterrebbe il disegno di legge della Camera senza un linguaggio forte sul suo status commerciale – e ha chiarito che ci sarebbe stato uno sforzo per modificarlo.

“La domanda è PNTR, che è inesistente. Poi c’erano altre cose nell’OMC. Sarebbe inutile se non facessimo PNTR”, ha detto Grobo il giorno prima. “Quindi, non lo sosterrò, perché non ha le cose importanti di cui hai bisogno per la giusta risposta di trading”.

La storia è stata aggiornata venerdì con maggiori dettagli.


Leave a Reply

Your email address will not be published.