Più di 100 casi confermati o sospetti di influenza delle scimmie sono stati segnalati in 12 paesi, compresi gli Stati Uniti.


Casi confermati sono stati identificati in Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti: sabato c’erano da uno a cinque casi confermati di scimmie. Chi ha detto.

“La situazione si sta evolvendo e l’OMS si aspetta che vengano rilevati più casi di influenza delle scimmie man mano che la sorveglianza si espande nei paesi non locali”, afferma il comunicato stampa.

Il dottor Ashish Jha, coordinatore della risposta al Govt-19 della Casa Bianca, ha detto alla ABC che non sarebbe sorpreso se gli Stati Uniti avessero visto “un po’ di più” influenza delle scimmie nei prossimi giorni.

“Ma capiamo che è un virus, abbiamo vaccini contro di esso, ci sono trattamenti contro di esso e si diffonde in modo molto diverso da SARS-CoV-2”, ha detto a Martha di Ja ABC il virus che causa Govt-19. Domenica Rodi.

“Non è contagioso come Govt. Quindi spero che possiamo tenerci le mani intorno”, ha detto Ja. “Ma lo controlleremo molto da vicino e utilizzeremo gli strumenti che abbiamo per prevenire un’ulteriore diffusione e prenderci cura delle persone infette”.

Gli esperti sanitari affermano che per diffondere l’influenza delle scimmie è necessario uno stretto contatto con la persona infetta.

Secondo Neil Mabot, capo personale di immunopatologia presso la University of Edinburgh School of Veterinary Medicine in Scozia, le infezioni possono svilupparsi “dopo il contatto con pelle rotta, membrane mucose, goccioline, fluidi corporei infetti o indumenti contaminati”.

Mentre gli esperti affermano che il vaiolo delle scimmie non è contagioso come il Govt-19, il presidente Joe Biden ha affermato che tutti dovrebbero essere preoccupati per la diffusione dell’influenza delle scimmie: gli scienziati stanno lavorando per saperne di più sull’ultimo focolaio.

“Non mi hanno ancora detto l’entità dell’esposizione, ma questo è qualcosa di cui tutti dovrebbero preoccuparsi”, ha detto Biden a Guidlon Collins della CNN mentre lasciava la Corea del Sud domenica.

“Abbiamo lavorato duramente per capire cosa stiamo facendo, quale vaccino, se del caso, potrebbe essere disponibile”, ha detto Biden. “È una preoccupazione, è una conseguenza se si diffonde. Questo è tutto ciò che mi hanno detto”.

La CNN aveva precedentemente riferito che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie stavano valutando se gli operatori sanitari che curavano i pazienti con scatola di scimmie e quelli ad “alto rischio” per l’influenza delle scimmie dovessero essere vaccinati contro il morbillo.

Il virus variola in espansione e il virus della scatola delle scimmie sono in qualche modo correlati perché entrambi appartengono al genere Orthobox virus, la famiglia scientifica dei virus “scatola”. Pertanto, alcuni degli stessi vaccini somministrati per prevenire il morbillo prevengono l’influenza delle scimmie.

I primi sintomi dell’influenza delle scimmie sono generalmente febbre, brividi, affaticamento, mal di testa e debolezza muscolare.

“Una caratteristica che distingue l’infezione della scatola delle scimmie dalla gonorrea è lo sviluppo di linfonodi ingrossati”, ha affermato il CDC.

Dopodiché, di solito appare un’eruzione cutanea diffusa sul viso e sul corpo, incluso All’interno della bocca, palmi e piante dei piedi.

Scatole dolorose, sopraelevate, piene di perle e fluide, spesso circondate da cerchi rossi. Il CDC ha detto che le ulcere si sarebbero finalmente asciugate e sarebbero guarite in due o tre settimane.

Storicamente, i casi di influenza delle scimmie sono stati comunemente segnalati dall’Africa occidentale o dall’Africa centrale. Jennifer Mc WistonVice Direttore della Divisione di Patogeni e Patologia ad alto effetto presso il Centro Nazionale per le Malattie Infettive Emergenti e Zoonotiche del CDC.

“Poiché questa è una situazione molto insolita, abbiamo un interesse scientifico per ciò che vediamo”, ha detto McQuiston alla CNN giovedì.

“Non l’abbiamo visto negli Stati Uniti o in Europa – e il numero di casi segnalati è decisamente fuori dall’ordinario per noi”, ha detto McWiston.

Un funzionario sanitario del Regno Unito ha detto domenica alla BBC che le persone dovrebbero essere consapevoli dell’influenza delle scimmie, ma il rischio per il pubblico in generale è “attualmente molto basso”.

Susan Hopkins, consulente medico capo dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, ha dichiarato: “Penso che le persone debbano esserne consapevoli.

“Vogliamo che i medici ne siano consapevoli e superino il test se sono preoccupati”.

Secondo Hopkins, sulla base di rapporti provenienti dall’Africa, l’UKHSA sa che alcuni individui sono “ad alto rischio di malattie gravi, in particolare individui immunocompromessi o bambini piccoli”.

“La scatola delle scimmie non ha un vaccino diretto”, ha detto Hopkins.

Sandee LaMotte, Jamie Gumbrecht, Keith Allen, Kevin Liptak, Jacqueline Howard e Martin Goillandeau della CNN hanno contribuito al rapporto.


Leave a Reply

Your email address will not be published.